Pages

Wednesday, November 22, 2017

Review: Kafka

Kafka Kafka by Robert Crumb
My rating: 4 of 5 stars

Ogni parola si guarda attorno
in tutte le direzioni prima di
lasciarsi scrivere da me.
(pagina 85)

Avvertenza per i passeggeri: SALTARE a piè pari l'introduzione di Goffredo Fofi.
Avvertenza per Fofi: leggere i libri di Kafka prima di parlarne.

Infine, forse, se Crumb avesse lasciato perdere le varie letture / interpretazioni psicoanalitiche sul senso dei libri di Kafka ne avrebbe ricavato un ottimo lavoro (tanto, quelle interpretazioni, sono sempre identiche: la mamma, il papà ed il p. (per i maschietti)).

Infine, sul serio, Max Brod (salvatore dei testi di Kafka) ha voluto riportare 'a baita' (Sergentmagiù, ghe rivarem a baita? - Mario Rigoni Stern) ossia ha voluto riportare alla fonte ebraica l'origine dei pensieri tradotti in scritti da Kafka. Ma lasciamo perdere, dato che una più grossa l'aveva già combinata Elisabeth Förster-Nietzsche.

La metamorfosi: a fronte della nostra immagine allo specchio, giorno dopo giorno...
Il processo: a fronte dei tanti muri quotidiani...
Il castello: a fronte delle forze che non ci aiutano nel nostro cammino...
America: dove Kafka a fronte, finalmente, di un mondo reale riesce a fantasticare.



View all my reviews

Sunday, November 19, 2017

Review: I miti di Cthulhu

I miti di Cthulhu I miti di Cthulhu by Alberto Breccia
My rating: 5 of 5 stars

I disegni del Breccia rispecchiano, col nero e col bianco, la duplicità del male; ma anche le ombre ci dicono ove abita l'orrore dell'indistinto.

Era la Yuletide
il giorno più corto
dell'anno, quel
giorno che gli uomini
chiamano Natale,
pur sapendo che si
celebrava già quando
ancora non esisteva-
no nè Betlemme, né
Babilonia, né Menfi, né
la stessa umanità.


Maledetta la terra dove i pensieri morti
vivono reincarnati in un'esistenza nuova e singolare, e male-
detta l'anima che non abita alcun cervello.


La figura che
mi stava al fianco non aveva più nes-
suna somiglianza con l'amico che mi
era tanto caro, pareva un mostruoso
intruso giunto dallo spazio esterno...
Una reincarnazione dannata
di forze cosmiche
sconosciute
e maligne...

(Capita, alle volte, sui mezzi pubblici..., G.)

...in seguito
salmodiai le parole
di uno dei racconti
di Lord Dunsany:
"Il nero dell'abisso
che non manda eco."





View all my reviews

Monday, November 6, 2017

Review: Marvel 1602

Marvel 1602 Marvel 1602 by Neil Gaiman
My rating: 4 of 5 stars

Nella terz'ultima parte ci si perde un pò... (chi? cosa? e soprattutto quando?).

Probabilmente (my fault) ho sbagliato portale... Troppi dei 'sfiniscono' ∞ ∞ ∞ ∞

Omnia
mutantur, nos
et mutamur
in illis, tutte
le cose mutano,
e noi mutiamo con esse.


Ritorna, ritorna
da me. Ritorna dalle
stelle e dalle lune e
dal buio e dal freddo,
Stephen. Ritorna dalla
polvere e dal mondo
degli specchi e dei
riflessi. Ritorna
al calore e
alla carne...


View all my reviews