Pages

Sunday, October 22, 2017

Review: La Regina nel Bosco

La Regina nel Bosco La Regina nel Bosco by Neil Gaiman
My rating: 4 of 5 stars

Cosa vale di piu': il potere, la bellezza eterna o una via di fuga?

Forse (alla fine):

Si incamminarono verso
est,
tutti e quattro,
il tramonto e le terre
che conoscevano
alle spalle,
davanti
la
notte
(pagina 68)

View all my reviews

Review: Il giorno che scambiai mio padre con due pesci rossi

Il giorno che scambiai mio padre con due pesci rossi Il giorno che scambiai mio padre con due pesci rossi by Neil Gaiman
My rating: 4 of 5 stars

Ma non è uno
scambio giusto.

(ribatte Nathan)

Io ho due pesci rossi
e tu hai solo
un papà.



View all my reviews

Review: Istruzioni: Tutto quello che devi sapere per il tuo viaggio

Istruzioni: Tutto quello che devi sapere per il tuo viaggio Istruzioni: Tutto quello che devi sapere per il tuo viaggio by Neil Gaiman
My rating: 3 of 5 stars

Belli i disegni... un pò meno la storia.

View all my reviews

Saturday, October 21, 2017

Review: Mirrormask - La mascheraspecchio

Mirrormask - La mascheraspecchio Mirrormask - La mascheraspecchio by Neil Gaiman
My rating: 4 of 5 stars

La maschera ed il doppio (quello riflesso): nascondersi dietro una maschera oppure guardarsi allo specchio per superarsi.

Alcuni brani:

Se hai bisogno di un posto speciale, un tetto va benissimo. Da un tetto ogni cosa sembra molto piccola e molto lontana, e sei solo tu e il mare e il cielo.(pagina ...)

Il bibliotecario ha replicato: "Faresti meglio a portare il libro con te. Se lo lasci comincerà a lamentarsi e a far deprimere tutti gli altri e in men che non si dica inizieranno a sfaldarsi. Pagine ovunque." (pagina ...)

E appoggio sempre i miei libri con attenzione, nel caso dovessero volare via
o spiccare un salto in aria per tornare da soli al loro scaffale.
(pagina ...)



View all my reviews

Review: Il perfezionista

Il perfezionista Il perfezionista by Hervé Le Corre
My rating: 4 of 5 stars

Oh, povero Lautreamont con i tuoi voli nei flutti dell'oceano del male, ma sempre elevati nel loro canto... ora, oggi, ripiegato nelle trame di un noir... dov'è la tua corona? dov'è la tua eccellenza?

La bontà del male: ossimoro diabolico!

La poesia non è atta alla vita... la poesia, i tuoi canti di Maldoror, restano elevati (celestiali) solo sulla carta dove sono nati.

Alcuni brani:

"Baudelaire?" fa la voce di Isidore, soffocata dentro a una manica. "Quel dilettante." (pagina 129)

(pagina 223)
Ossia, l'emozione che nasce dalla trasformazione...

A partire da quando, da quale limite, si abdica alla propria condizione di uomo? Che prospettive eccitanti! Ecco un post scriptum ai Canti che il conte di Lautreamont non rinnegherebbe affatto!
(pagina 452)
La domanda posta in maniera errata conduce ad una risposta altrettanto errata: serve abbassare (abbattere?) il trono sul quale viene posta la condizione di uomo.

Ed infine, Lautreamont:
Avrei voluto essere figlio di una femmina di squalo, la cui fame è sinonimo di tempesta, e di una tigre, la cui crudeltà è nota: non sarei stato così cattivo!" (pagina 416)




View all my reviews

Monday, October 16, 2017

Review: Blankets

Blankets Blankets by Craig Thompson
My rating: 4 of 5 stars

Dalla coperta di Linus a quella di Todd ed infine a quella di Craig...

Dal film L'attimo fuggente (Carpe Diem):
Todd: La verità è una coperta che ti lascia scoperti i piedi
[risate]
Keating: No, non ci faccia caso, continui con la coperta, mi parli della coperta.
Todd: Tu la spingi, la tiri e lei non basta mai, anche se ti dibatti, non riesci a coprirti tutto...
Keating: Non ti fermare.
Todd: Dal momento in cui nasci piangendo al momento in cui esci morendo, ti copre solo la faccia e tu piangi e gridi e gemi.
[le risate si spengono]


Di notte,
quando stai
sdraiato a
pancia in su
e guardi la
neve che
scende, è
facile imma-
ginare di
librarti in
volo tra
le stelle.

(269)

E la neve caduta
accolgie la neve che
cade e le sussurra
"SILENZIO".

(322)

...ogni cosa
DEGENERA...

...si
DETERIORA...

...e allora
perché farla
cominciare?

(381)

Sì, appunto, un bel ADDIO è sempre quello che ci vuole...

View all my reviews

Saturday, October 14, 2017

Review: Il crociato raffreddato

Il crociato raffreddato Il crociato raffreddato by Pierdomenico Baccalario
My rating: 3 of 5 stars

Vi e' solo una via di fuga dalla morsa del gelo: una crociera, pardon, una crociata!(dalla copertina)

View all my reviews

Saturday, October 7, 2017

Review: Sandman: Il signore dei sogni

Sandman: Il signore dei sogni Sandman: Il signore dei sogni by Neil Gaiman
My rating: 4 of 5 stars

L’anonimo Robert Smith (The Cure) - (ebbene si’, anonimo: si e’ mai visto un nome ed un cognome piu’ comuni?) finisce tra i tentacoli (chtulhuiani) del Gaiman che gli canta la sua Lullaby rinchiuso (Close to me) nel solito armadio onirico.

Poi Gaiman (stonando le note) dedica a Robert questa canzone:

I don't care if Monday's blue
Tuesday's gray and Wednesday too
Thursday I don't care about you
It's Friday I'm in love.


Il naso di David Bowie a pagina 140 sulla faccia di Lucifero… e poi immaginarsi simili a Helden (just for one day) ed il resto degli altri giorni all’inferno.
Helden preferibile a Heroes per le terribili e mefistofeliche assonanze linguistiche (Helden e Hell).

Ma, alla fine, David finisce a rilassarsi in Australia (pagina 296).

Alcuni brani:

Sandman e’ il personaggio
che sta tra la veglia e il sonno,
in quella zona intermedia della
coscienza in cui si comincia
ad abbandonare la realta’ ma
il sogno e’ fatto ancora di
immagini sfumate, di brevi
apparizioni.
(p. 6)

Sognate!

I sogni
plasmano
il mondo.

I sogni ricreano
Il mondo. Ogni
notte.
(p. 53)

Quando l’ultimo essere
morira’, il mio incarico sara’
giunto al termine.

Mettero’ le sedie sui
tavoli, spegnero’ le luci
e chiudero’ a chiave l’universo
prima di andarmene.
(p. 104)

(e speriamo che spazzi almeno sotto la tavola… ci sono sempre briciole che cadono la’ sotto…)

Destino fa odore di polvere e di bibliote-
che notturne.

Non lascia impronte.

Non proietta l’ombra.
(p. 118)

C’e’ un vento
che soffia tra i mondi.
un vento freddo.

Sibila in silenzio passando
nei vuoti, il vento del nulla,
viaggiando da un non-luogo
a un non-luogo, attraverso
storie mai create.
(p. 157)


View all my reviews

Saturday, September 30, 2017

Review: Inverno a Madrid

Inverno a Madrid Inverno a Madrid by C.J. Sansom
My rating: 4 of 5 stars

C.J. riesce a creare un legame tra il lettore ed i suoi personaggi, sebbene il racconto risenta di alti e bassi.

Sandy annui'. "Come ho detto al caffe', il futuro appartiene a chi e' capace di afferrare la vita. Non dovremmo mai permettere al passato di tenerci fermi. E il destino non esiste."
(215)

Harry: "Perche', in pratica, non puoi cambiare nulla", rispose stancamente. "Sono tutti troppo forti, alla fine ti schiacciano."
Barbara: "Non ci credo. devi batterti."
Harry: "Io ho perso."
(613)


Ultima nota (polemica): la Sperling & Kupfer dovrebbe cercarsi un correttore di bozze con la seguente esperienza: correttore di bozze!

View all my reviews

Sunday, September 24, 2017

Review: Ernie Pike, tome 3

Ernie Pike, tome 3 Ernie Pike, tome 3 by Héctor Germán Oesterheld
My rating: 3 of 5 stars

Furono i compagni, con il loro esempio, a far
si' che nel cuore di Mel la vergogna potesse
piu' della paura...

(45)

View all my reviews

Review: Al torneo di Montebavoso

Al torneo di Montebavoso Al torneo di Montebavoso by Pierdomenico Baccalario
My rating: 3 of 5 stars

Come per dire: anche uno schlemihl puo' vincere!

View all my reviews

Friday, September 22, 2017

Review: Una stagione selvaggia

Una stagione selvaggia Una stagione selvaggia by Joe R. Lansdale
My rating: 2 of 5 stars

Puoi parlarne anche in negativo, caro Lansdale, (delle idee del sessantotto), ma sempre di cose sorpassate si tratta.

View all my reviews

Review: Si chiamava Tomoji

Si chiamava Tomoji Si chiamava Tomoji by Jirō Taniguchi
My rating: 4 of 5 stars

Scorre
dolcemente
...il
ruscello
in primavera.

(92)

View all my reviews

Monday, September 18, 2017

Review: Il terzo poliziotto

Il terzo poliziotto Il terzo poliziotto by Flann O'Brien
My rating: 4 of 5 stars

Avrei potuto appartenere a una solitaria spiaggia, o essere l'agonia del mare quando si abbatte disperato su di essa.
(198)

Come dire: esiste sempre un altro punto di vista (da percorrere su pista ciclabile).

Mai, finora, avevo creduto o sospettato di avere un'anima, ma in quel momento seppi d'averla. ... Per comodita', decisi di chiamarla Joe. (32)

"Perche' si dovrebbe rubare un orologio quando si puo' rubare una bicicletta?".
...
"Che ne so'?" dissi.
"Chi ha mai sentito di uno che monta in sella a un orologio o che si porta a casa un sacco di torba sul manubrio di un cronometro?".
(76)

"Non credo che andro' mai in bicicletta" dissi.
"A piccole dosi fa bene, irrobisticce e mette in corpo un po' di ferro. E poi andare a piedi troppo lontano, troppo spesso e troppo in fretta non e' affatto raccomandabile. Il continuo scrocchiare dei piedi per terra immette nel corpo una certa quantita' di strada. Quando un uomo muore, si dice che ritorna alla terra, ma camminare molto riempie di terra assai prima (o seppellisce lungo la strada particelle del corpo) e avvicina l'incontro con la morte. ...

(111)


View all my reviews

Saturday, September 9, 2017

Review: Ernie Pike, Tome 2

Ernie Pike, Tome 2 Ernie Pike, Tome 2 by Héctor Germán Oesterheld
My rating: 4 of 5 stars

...un racconto da diffondere, perche' il maggior
atto di coraggio che ho visto in tutta la
guerra, non resti solo a conoscenza di pochi...
un racconto nel quale si prova che l'uomo,
quello veramente umano, non ha bandiera... e' la
storia del gesto di un soldato nemico,
signor Pike...

(43)


View all my reviews

Saturday, September 2, 2017

Review: I guardiani del Louvre

I guardiani del Louvre I guardiani del Louvre by Jirō Taniguchi
My rating: 4 of 5 stars

... il
Louvre...

... e' un
labirinto
onirico...

... che
esiste
al confine
tra sogno
e realta'.



Il pittore
ha il
compito...

di
riprodurre
la bellezza
che
trascende
la natura.



Meravigliosi e
sconfinati campi
fittamente coltivati...

... e in mezzo
ai prati...

... una placida
foresta...

... un rivolo
d'acqua che scorre
tranquillo...

... non e' forse su questa
terra che noi siamo
giunti?


View all my reviews

Review: I viaggiatori del venerdì

I viaggiatori del venerdì I viaggiatori del venerdì by André Héléna
My rating: 3 of 5 stars

Helena raggiunge degli apici nelle descrizioni ambientali dando l'atmosfera giusta al libro, ma (ovviamente c'e' un ma) resta basso se parliamo di romanzo noir.

View all my reviews

Saturday, August 26, 2017

Review: Romanzi. Volume primo. Thérèse Raquin - L'assommoir - Nanà

Romanzi. Volume primo. Thérèse Raquin - L'assommoir - Nanà Romanzi. Volume primo. Thérèse Raquin - L'assommoir - Nanà by Émile Zola
My rating: 4 of 5 stars

NANA’ (*****)
Nana’ o un trattato sull’arte impressionista.


THERESE RAQUIN (****)

Se Zola avesse continuato a scrivere sulla strada introspettiva percorsa con Therese Raquin, non penso avrebbe potuto raggiungere il successo percorrendo invece la strada naturalista.

(Della ferinita’ di Therese):
Quando era sola, nell’erba in riva al fiume, si sdraiava col ventre per terra come un animale, neri e sgranati gli occhi, il corpo in agguato come per spiccare il balzo. (39)

L’idea del doppio percorre tutto il romanzo, ma se Zola avesse insistito su questo tema il titolo del romanzo sarebbe stato ‘Laurent’ dato che il doppio nasce dalle due figure di Camille (gia’ nel nome sussiste il doppio: maschio o femmina?) e Therese.
Laurent e’ colui che conduce il doppio all’unita’ della follia o delle folli decisioni.

Il personaggio di Laurent non si afferma e pertanto il titolo e’ rimasto ‘Therese’.

(Si parla di Laurent): Lo stesso incubo ritornava con insistenza: credeva di cadere dalle braccia ardenti e appassionate di Therese in quelle ghiacciate e viscide di Camille; sognava che l’amante lo avvolgeva in un abbraccio caldo e poi che l’annegato lo stringeva gelidamente a se’... (125-6)

Pellini (curatore delle note di questo Meridiani) nella nota 3 del capitolo xxiv di Therese dimentica di citare Dostoevskij con il suo Sosia (o Doppio), dove la frattura dell’intero comincia il suo itinerario.

Laurent prova ad allontanarsi, razionalmente e con la pittura, dalla angosciante divisione del doppio, ma non ci riesce:
.“Ho un’unica critica da farti, ed e’ che tutti i tuoi studi hanno un’aria di famiglia. Questi cinque ritratti si assomigliano. Anche le donne hanno un non so che di violento, le diresti uomini camuffati… Capisci?...” (177)


View all my reviews

Saturday, August 19, 2017

Review: Il brigante Mascalzucco

Il brigante Mascalzucco Il brigante Mascalzucco by Pierdomenico Baccalario
My rating: 3 of 5 stars

Riccardo, appoggiato contro il muro della locanda, gli lancio' il suo proverbiale sguardo da aquila predatrice, o almeno ci provo'. La digestione del cosciotto con patate, tuttavia, richiedeva tutte le sue energie e quindi al cavaliere riusci' soltanto la seconda delle sue famose espressioni: quella della trota bollita. (83-4)

View all my reviews

Review: Squartamento

Squartamento Squartamento by Emil M. Cioran
My rating: 4 of 5 stars

Cominciamo bene:
L’uomo e’ inaccettabile. (175)

Sembra tuttavia difficile trovare, nei libri di Cioran, il bene, sia nella forma di Summum Bonum che in tutte quelle forme dell’illusione cosmica che il giudizio umano invoca e apprezza come bene. La muraglia appare senza finestre, addirittura senza crepe. Anche la grande finestra nirvanica di Schopenhauer, il presentimento leopardiano di un’arcana felicita’ delusa ma non impossibilissima, sembrano qui del tutto mancare. (Ceronetti, nota introduttiva, p. 13)

Dopo aver dettato legge ai due emisferi. Gli occidentali sono sul punto di diventarne lo zimbello… (30-1)

Il concetto stesso di progresso e’ divenuto inseparabile da quello di epilogo. (44)

Dopo tante conquiste e tanti successi di ogni sorta, l’uomo incomincia a passare di moda. (62)

Dal momento che l’amicizia e’ incompatibile con la verita’, fecondo e’ soltanto il dialogo muto con i nostri nemici. (89)

… Better be with the dead
… Than on the torture of the mind to lie
In restless ecstasy.
Macbeth, - mio fratello, mio portavoce, mio messaggero, mio alter ego.
(130)

Non c’e’ un altro mondo. Non c’e’ neppure questo mondo. Che cosa c’e’ allora? Il sorriso interiore che suscita in noi l’inesistenza evidente dell’uno e dell’altro. (139)







View all my reviews

Sunday, August 13, 2017

Review: Zona pericolosa

Zona pericolosa Zona pericolosa by Lee Child
My rating: 3 of 5 stars

Sicuramente Jack Reacher non raggiunge alcun punto focale degno di mira... torniamo ad altri squartamenti (quelli di Cioran).

View all my reviews

Sunday, August 6, 2017

Review: L'eroe di Rocca Fangosa

L'eroe di Rocca Fangosa L'eroe di Rocca Fangosa by Pierdomenico Baccalario
My rating: 3 of 5 stars

...tutti quelli che conoscevano Riccardo un po' meglio del conte avevano visto almeno una volta la sua famosa espressione da aquila predatrice. Era quella che gli veniva ogni volta che il giovane aveva una delle sue fulminanti pensate (che si trattasse di caricare una catapulta con la zuppa di fagioli, dar la caccia alle mosche con un'ascia bipenne o qualcos'altro di ugualmente audace). (16-7)

View all my reviews

Saturday, July 29, 2017

Review: Ernie Pike, tomo 1

Ernie Pike, tomo 1 Ernie Pike, tomo 1 by Héctor Germán Oesterheld
My rating: 4 of 5 stars

Piu' tardi la pressione alleata
costrinse i tedeschi a un'af-
frettata ritirata. La brigata
ricevette ordine di avanzare;
tanta fu la fretta che nessuno...

...si ricordo' di raccogliere due uomini.

Rimasero lassu'. Pochi metri di roccia
e di sterpi li separavano...
e lo stesso vento
scompigliava i
loro capelli.

(24)

... anche nella
violenza della guerra ci
sono storie "umane" che
meritano di essere
conosciute e
ricordate.

(78)

View all my reviews

Tuesday, July 25, 2017

Review: Cuore di cervo

Cuore di cervo Cuore di cervo by C.J. Sansom
My rating: 4 of 5 stars

Il curato trangugio' un gran sorso dal boccale, "Signore, secondo me l'ambizione e' una maledizione: rende freddo e duro il cuore degli uomini, che invece dovrebbero rimanere nel posto in cui Dio li ha collocati." Sospiro'. "Ma forse voi non sarete d'accordo."
"Sono d'accordo che l'ambizione puo' indurre l'uomo alla durezza di cuore."
(263)

(Richard Rich): Alla fin fine, chi ha una coscienza si preoccupa troppo della giustezza della propria causa per sopravvivere. Ma il re conosce il valore di un consiglio duro e franco, e questo e' il motivo per cui uomini come noi sopravvivono, mentre altri finiscono sul patibolo."
"Uomini senza neppure un cuore da tramutare in pietra". dissi.
(517)

View all my reviews

Sunday, July 16, 2017

Review: Anna nella Jungla

Anna nella Jungla Anna nella Jungla by Hugo Pratt
My rating: 4 of 5 stars

Come faccio poi a
vivere tra questi
cannibali, non lo
capisco proprio...
(Luca Zane) ( 81)

Pensi che troveremo il tesoro,
Luca?

E come no! Devo compe-
rarmi un palazzo sul Canal
Grande! ...
(108)

View all my reviews

Friday, July 14, 2017

Review: Manara. Le opere vol. 2: Tutto ricominciò con un'estate indiana

Manara. Le opere vol. 2: Tutto ricominciò con un'estate indiana Manara. Le opere vol. 2: Tutto ricominciò con un'estate indiana by Milo Manara
My rating: 4 of 5 stars

Forse perche'
come tutti gli
animali giovani quando
comincia l'estate indiana,
poco prima delle notti
fredde dell'inverno, si
ha bisogno di giocare
con le femmine.
(50)

View all my reviews

Sunday, July 9, 2017

Review: Klincus Corteccia e l'isola senza nome

Klincus Corteccia e l'isola senza nome Klincus Corteccia e l'isola senza nome by Alessandro Gatti
My rating: 4 of 5 stars

"Che mi possa crescere una margherita in testa!" esclamo' infatti Glyn, all'improvviso. (72)

View all my reviews

Friday, July 7, 2017

Review: Federico II. Un imperatore medievale

Federico II. Un imperatore medievale Federico II. Un imperatore medievale by David Abulafia
My rating: 5 of 5 stars

Fosse riuscito a vivere in pace con le citta’ italiane e il papato, con tutta probabilita’ avrebbe speso somme piu’ consistenti per libri, bestie e spettacoli… (213)

Uomo di discreta levatura intellettuale e di ragionevoli qualita’ politiche, complice una doppia eredita’ si trovo’ suo malgrado invischiato in un’interminabile lotta con le rivendicazioni di primato temporale della Chiesa romana; e quando il guanto di sfida venne lanciato, non seppe contrastare con la dovuta energia il primato morale che il papato si attribuiva nell’universo cristiano. (365)


View all my reviews

Monday, July 3, 2017

Review: Mû

Mû by Hugo Pratt
My rating: 4 of 5 stars

Sono migliaia
d'anni che
guardiamo
le stelle...

...e da migliaia
di anni le stelle
guardano noi.
"Loro" hanno promesso
di ritornare...

(178)

Ma... allora
Mu'... l' Atlantide
...esistono?

(229)

View all my reviews

Review: Fort Wheeling, Tomo 2

Fort Wheeling, Tomo 2 Fort Wheeling, Tomo 2 by Hugo Pratt
My rating: 3 of 5 stars



View all my reviews

Saturday, June 17, 2017

Review: Fort Wheeling

Fort Wheeling Fort Wheeling by Hugo Pratt
My rating: 4 of 5 stars

Sei molto ingenuo! Credi ancora che esista l'onore fra
bianchi e rossi? Puo' darsi che ci sia ancora qualcuno cosi'...
Ma quelli della tua razza ci hanno insegnato a rompere le
promesse... (117)

View all my reviews

Wednesday, June 14, 2017

Review: Filosofia per esploratori polari

Filosofia per esploratori polari Filosofia per esploratori polari by Erling Kagge
My rating: 3 of 5 stars

In Paradiso tutti i sogni sono già realtà. E' tutto perfetto - troppo perfetto. Per questa ragione Adamo non è stato cacciato dal Paradiso, ma è stato lui ad andarsene, in cerca di sfide e per poter sognare... (61)

View all my reviews

Sunday, June 11, 2017

Review: Il computer di sant'Agostino

Il computer di sant'Agostino Il computer di sant'Agostino by Alberto Manguel
My rating: 3 of 5 stars

Caro Manguel,
cerco ancora libri in formato b42 e con il loro odore di carta, inchiostro, ... e m’immagino Sant’Agostino camminare riflettendo (ad alta voce) su libri sfogliati, ri-sfogliati, o svolti, percepiti, toccati, …

Un motto per Sant’Agostino: ‘nibble’ (digital technology) noli me tangere!

Mi viene in mente il moralista Joseph Joubert, di cui Chateaubriand descrisse le abitudini di lettura:
Quando leggeva, strappava dai libri le pagine che non gli piacevano, e andava cosi’ formando una biblioteca personale fatta di volumi sventrati tenuti assieme da copertine troppo abbondanti.
(20)

...i lettori sanno che perlomeno esiste qua e la’ qualche angolo sicuro, reale come la carta e rinvigorente come l’inchiostro, che ci offre riparo e ristoro mentre attraversiamo il bosco buio e senza nome. (21)





View all my reviews

Saturday, June 10, 2017

Review: Vita di un perdigiorno

Vita di un perdigiorno Vita di un perdigiorno by Joseph von Eichendorff
My rating: 4 of 5 stars

... e nei villaggi attorno cantavano festosamente i galli per i campi di grano lievemente ondeggianti, e nelle scie di luce mattutina passavano volando alto nel cielo le allodole solitarie gia' sveglie di cosi' buon mattino, e il postilgione prendeva il suo corno e riprendeva la via e soffiava soffiava... io restavo li' immobile per un lungo tempo a inseguire con gli occhi la carrozza, mi pareva di andarmene subito subito con essa, lontano lontano, nel mondo. (42)

Quando gli alberi bisbigliano su i monti, pei laghi che stanno nel chiaro del sole, quando tepide piogge cadon frusciando, m'e' gioia di pormi in ascolto. (149)

Nel bosco presso Lubowitz.
O valli larghe, o cime, o bella o verde selva, tu delle gioie mie, tu delle pene mie fervida pia dimora! La' fuori, nel dolo perpetuo freme il mondo e nell'affanno; anco una volta stendimi le arcate tue d'attorno, tu, verde padiglione! (152)

View all my reviews

Friday, June 2, 2017

Review: I sette calici dell'eresia

I sette calici dell'eresia I sette calici dell'eresia by C.J. Sansom
My rating: 4 of 5 stars

"Certe volte, in questi giorni, mi sembra che da qualunque parte guardi altro non ci sia che follia, tenebre e diavoli." (334)

"Credo che il Libro dell'Apocalisse sia stato scritto da un falso profeta, che ripeteva i propri sogni e i propri fantasmi", dissi. (369)

View all my reviews

Sunday, May 28, 2017

Review: Klincus Corteccia e il viaggiatore della notte

Klincus Corteccia e il viaggiatore della notte Klincus Corteccia e il viaggiatore della notte by Alessandro Gatti
My rating: 4 of 5 stars

Attenti Frondosiani... i miuk s'avvicinano...

Leggete
LA FOGLIA
Tutte le novita'
sul viaggiatore
della notte che
si aggira intorno
a Frondosa.


View all my reviews

Thursday, May 25, 2017

Review: Klincus Corteccia e il torrente di polvere

Klincus Corteccia e il torrente di polvere Klincus Corteccia e il torrente di polvere by Alessandro Gatti
My rating: 3 of 5 stars

Tre sono le cose che piacciono ai glomocchi: dormire, sgranocchiare sassi e dormire ancora un po'. (97)

View all my reviews

Sunday, May 21, 2017

Review: Corto Maltese. Le Etiopiche

Corto Maltese. Le Etiopiche Corto Maltese. Le Etiopiche by Hugo Pratt
My rating: 3 of 5 stars

Pratt rende materia di narrazione avventurosa la propria nostalgia della letteratura, e la nostra. (prefazione di Umberto Eco).

View all my reviews

Saturday, May 20, 2017

Review: Corto Maltese. La Giovinezza

Corto Maltese. La Giovinezza Corto Maltese. La Giovinezza by Hugo Pratt
My rating: 4 of 5 stars

Molto belli i disegni sulla guerra russo-giapponese tratti da un album pubblicato a cura di A. Martynoff nel 1907.

Corto Maltese e' giovane... e conosce Rasputin.

View all my reviews

Tuesday, May 16, 2017

Review: Un ricatto di troppo

Un ricatto di troppo Un ricatto di troppo by Léo Malet
My rating: 3 of 5 stars

Decisamente Leo Malet con La trilogia nera ha raggiunto il suo apice e non sembra che con la serie di Nestor Burma possa tornare sulla vetta.

Due proiettili curiosi, per vedere cosa avesse nella pancia, si erano aperti un varco e non erano piu' voluti uscire. La vita, disgustata da una simile vicinanza, era invece fuggita dai buchi fatti dai nuovi inquilini. (21)

View all my reviews

Sunday, May 14, 2017

Review: Corte sconta detta arcana

Corte sconta detta arcana Corte sconta detta arcana by Hugo Pratt
My rating: 4 of 5 stars

Corto Maltese... la
vostra faccia non
mi e' nuova... la
devo aver vista
in qualche altro
luogo!

Vi assicuro che e'
impossibile,
la mia
faccia non
ha cambiato
mai di posto,
generale... e' sempre
stata
con me!

(87)

Quando Venexia mia...
... sopra i tetti de le tue case...
... una gloria
de sol...
... xe sparpagnada...
... lassime dir se...
... el paragon te piase...
... che ti me par una bela tosa spenserada.

(Eugenio Genero)
(130-1)


View all my reviews

Saturday, May 13, 2017

Review: Con Borges

Con Borges Con Borges by Alberto Manguel
My rating: 4 of 5 stars

La sabbia del Sahara o l'acqua del Nilo, la costa dell'Islanda, le rovine della Grecia e di Roma, cose a cui si accostava con godimento e venerazione, non facevano che confermare il ricordo di una pagina delle Mille e una notte e della Bibbia, della Saga di Njall o di Omero e Virgilio. (18)

Per Borges, il nocciolo della realta' stava nei libri: nel leggere libri, scrivere libri, parlare di libri. (33)

Ammirava l'uso metaforico dei simboli cristiani fatto da Agostino, di cui si compiaceva di citare la frase: "La croce di Cristo ci ha salvato dal labirinto circolare degli stoici", aggiungendo peraltro: "Ma io continuo a preferire il labirinto circolare". (61)



View all my reviews

Review: Il grande amico

Il grande amico Il grande amico by Alain-Fournier
My rating: 4 of 5 stars

... l'opera simbolica procede per irradiazioni e, diciamo cosi', per effusioni; in essa lo scrittore vuol rendere sensibile non una cosa ma la vibrazione che la cosa comunica all'anima. (copertina)

Ah, fratello mio, compagno di vagabondaggi, come eravamo convinti, tutti e due, che la felicita' era a portata di mano e che bastava mettersi in cammino per raggiungerla!... (124)

Uscendo dal bosco, sostammo a scrostarci sulla strada secca il fango delle scarpe, mentre il sole cominciava a picchiare sodo. Quel mattino di primavera, cosi' fresco e brillante, era svanito, eran cominciati i soliti rumori del pomeriggio, nelle masserie deserte nei pressi della strada, echeggiava, ogni tanto, il grido desolato di un gallo. (141)

View all my reviews

Sunday, May 7, 2017

Review: Corto Maltese - Avventure nel tempo

Corto Maltese - Avventure nel tempo Corto Maltese - Avventure nel tempo by Hugo Pratt
My rating: 4 of 5 stars

Nella sua saga si respira la sintesi di Joseph Conrad, l'orizzonte delle memorie di Jack London, i mari del Sud di Emilio Salgari, il taglio giornalistico di Ernest Hemingway, la ricchezza della trama di Robert Louis Stevenson. (Fabio Licari, p. 4)

... Come vedi l'amicizia
e' incompati-
bile con
la verita',
solamente
il dialogo
muto con
i nostri
nemici
e' fecondo
!
(Corto Maltese, un po' nietzscheano)

View all my reviews

Saturday, April 29, 2017

Review: Corto Maltese. Le Celtiche

Corto Maltese. Le Celtiche Corto Maltese. Le Celtiche by Hugo Pratt
My rating: 4 of 5 stars

Si', da qualche parte, nella misteriosa isola di Avalon, re Artu' giace addormentato, vigilato da sua sorella, la fata Morgana: un giorno, si destera' per riunire tutti i Celti sparsi per il mondo e ricostruire il grande regno che aveva sognato, regno di giustizia, di fraternita', di liberta', regno che non esiste, ma che sara'. E Corto Maltese non e' altri che il profeta di Merlino e di Artu'. (prefazione di Jean Markale)

View all my reviews

Sunday, April 23, 2017

Review: Klinkus Corteccia e la grande tempesta

Klinkus Corteccia e la grande tempesta Klinkus Corteccia e la grande tempesta by Alessandro Gatti
My rating: 4 of 5 stars

"Glyn! Vieni a vedere! E' incredibile! Questa citta' e' cosi' strana... L'hanno costruita in un bosco di pietra! E i tronchi di pietra non hanno rami!" (78)

View all my reviews

Saturday, April 22, 2017

Review: Corto Maltese. Sotto la bandiera dell'oro e altri racconti

Corto Maltese. Sotto la bandiera dell'oro e altri racconti Corto Maltese. Sotto la bandiera dell'oro e altri racconti by Hugo Pratt
My rating: 4 of 5 stars

Sei sicuro di voler partire
questa sera?

Si', Sorrentino. Questa
citta' e' bellissima e
io finirei per lasciarmi
prendere dal suo
fascino,
diventerei
pigro...

Venezia sarebbe
la mia
fine!

(66)

View all my reviews